Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_skopje

Visita di Claudio Magris a Skopje

Data:

07/12/2017


Visita di Claudio Magris a Skopje

A ideale coronamento del lungo periodo di eventi culturali apertosi a ottobre con l'inaugurazione della Settimana della Lingua italiana e prolungatosi fino a novembre con la "Settimana del libro italiano", e' stato in visita a Skopje lo scrittore Claudio Magris, su invito della scrivente Ambasciata e in collaborazione con l'Istituto Dante Alighieri di Skopje ed il Dipartimento di Italianistica della Facolta' di Filologia "Blaze Koneski" dell'Universita' Statale di Skopje "Ss. Cirillo e Metodio".

Magris, autore giuliano molto noto e apprezzato in tutta l'area danubiano-balcanica per i suoi libri dedicati ai temi della multiculturalita' e del rispetto delle differenze, e’ giunto a Skopje il 16 novembre e il giorno stesso ha tenuto una prima conferenza dal titolo "Letteratura, frontiere, identita'" presso la Sala da Camera della nuova Filarmonica, la piu' moderna struttura da concerto della citta', inaugurata a maggio scorso. La Sala, della capacita' di oltre 300 posti, e' stata affollata da un pubblico variegato, non limitato al mondo accademico e degli studiosi di lingua e letteratura italiana e in buona parte costituito da giovani.

Nel suo intervento di saluto l'Ambasciatore ha sottolineato il punto di vista privilegiato su questa regione d'Europa di un autore di fama internazionale come Magris - uomo di confine, classico esponente dell'intellettualita' triestina posta all'incrocio tra Mitteleuropa, Mediterraneo e Balcani, fine germanista e profondo conoscitore dell'Europa di lingua slava - capace di affrontare con equilibrio i temi del confronto interetnico e interculturale. La citta' di Trieste - che, come ha egli ricordato, rappresentava la "cortina di ferro" durante la Guerra Fredda, che divideva dall'Est, spazio "irrazionalmente da respingere" - quindi, e' stata ancora una volta protagonista, in coerenza con un filo conduttore che ha legato il contributo e l'iniziativa politica e culturale dell’Ambasciata durante tutto il 2017, dai lavori preparatori per l'organizzazione del Vertice di Trieste di luglio scorso dei Balcani Occidentali e fino alla recente proiezione del film "Trieste-Jugoslavia" in apertura della Settimana della Lingua italiana. Trieste come luogo evocativo, quindi, del sostegno italiano agli obiettivi di integrazione euro-atlantica della Macedonia e della stretta relazione dell'Italia con tutta l'area balcanica. E' stata poi la volta del Ministro della Cultura, Robert Alagjozovski, il quale ha salutato l'arrivo di Magris a Skopje come un'ulteriore attestazione della vicinanza dell'Italia alla Macedonia e della capacita' di mutua comprensione e di mutuo rispetto tra i due Paesi, ringraziando l'Ambasciata per l'impegno a favore dell'intensificazione della cooperazione culturale bilaterale.

Con il suo appassionato e appassionante intervento, Claudio Magris ha dipinto un affresco di suggestioni e citazioni letterarie sul tema dell'identita' e delle frontiere, cosi' sentito e per certi versi delicato in quest'area d'Europa, affrontandolo con sapienza ed accortezza, sulla base di alcuni valori non negoziabili (un "universalismo etico non negoziabile") concentrandosi sul dialogo tra le culture e sulla naturale porosita' dei confini amministrativi - che quasi mai coincidono con quelli etnico-linguistici e culturali - come strumento di costruzione e consolidamento della comune identita' europea, cosi' felicemente rappresentata dalle innumerevoli figure di autori "di confine", la cui poetica e' scaturita proprio dall'incontro fecondo di diverse tradizioni culturali e linguistiche, tutte parti costituenti - e con uguale dignita' - del comune spirito europeo. A tal proposito, Magris si e' definito un "patriota europeo" che sogna uno "Stato federale" e decentrato, ma in preda all'attuale disillusione per un "sogno che si sta allontanando", con l'UE che si dimostra sempre piu' ostaggio degli interessi particolari dei singoli Stati. Temi di grande interesse, che hanno stimolato un vivace dibattito col pubblico presente e che Magris, in veste di professore, ha potuto riprendere il giorno dopo, durante una partecipatissima lezione per gli studenti tenutasi presso l'Aula Magna della Facolta' di Filologia su "Come nasce un libro? Pensare, progettare, scrivere". Si e' trattato di un'occasione unica per approfondire il percorso che conduce alla nascita di un libro, che ha consentito di ascoltare, per bocca del suo autore, la genesi di importanti opere come "Danubio" (tradotto in 23 lingue), "Alla cieca", "Non luogo a procedere".

Una giornata intensa che e' proseguita con un evento di presentazione delle nuove traduzioni dei libri di Magris in lingua macedone (in specie si tratta dei romanzi "Un altro mare", "Danubio" e "Microcosmi"), pubblicate a Skopje dall'editore "Ars Studio", presso la cui libreria si e' svolto l'incontro tra l'autore italiano e il pubblico dei suoi lettori locali, con cui si e' voluto intrattenere leggendo brani dei suoi romanzi.

Una due giorni di profondi scambi culturali e di intense riflessioni sui temi della diversita' e del dialogo tra le diversita', che il Prof. Magris ha saputo arricchire con misura e, allo stesso tempo, con il forte tratto caratteristico con cui viene apprezzato in tutto il mondo. Non e' un caso che gli eventi di cui Magris e' stato protagonista a Skopje abbiano ottenuto una forte copertura mediatica, con una intervista a doppia pagina su uno dei principali quotidiani della Macedonia ("Nova Makedonija") e numerosissime riprese sui siti di informazione e sui social network. Cosi' come fortemente significativo e' il fatto che il Presidente dell'Associazione degli Scrittori Macedoni, Vele Smilevski, ha omaggiato Claudio Magris con l'affiliazione onoraria al sodalizio da egli rappresentato, conferita a margine della conferenza tenutasi presso la Filarmonica di Macedonia, dopo l'ultima concessa dall'Associazione, ormai diversi anni fa, ad Edoardo Sanguineti.

Link

https://www.facebook.com/ItalyinMKD/photos/pcb.1371582616297351/1371581439630802/?type=3&theater

https://www.facebook.com/ItalyinMKD/photos/pcb.1373207896134823/1373207592801520/?type=3&theater

https://www.facebook.com/ItalyinMKD/photos/pcb.1373214549467491/1373213899467556/?type=3&theater

https://www.facebook.com/ItalyinMKD/photos/pcb.1373221352800144/1373219819466964/?type=3&theater

https://www.facebook.com/ItalyinMKD/photos/pcb.1373239219465024/1373238879465058/?type=3&theater

 


246